+39 393 8793290 [email protected]

Login

Iscriviti

Dopo aver creato un account, sarai in grado di tracciare il tuo stato di pagamento, tenere traccia della conferma e puoi anche valutare il tour dopo averlo terminato.
Username*
Password*
conferma password*
Nome*
Cognome*
Data di nascita*
Email*
Telefono*
Nazione*
* Creare un account significa che accetti i nostri Termini di servizio e Informativa sulla privacy .
Accetta tutti i termini e le condizioni prima di procedere con il passaggio successivo

sei già registrato?

Login

Il mio viaggio a Monaco di Baviera

Il mio Viaggio a Monaco di Baviera 3
Condividi su:

Diari di Viaggio - Il mio viaggio a Monaco di Baviera

Sono stato due volte a Monaco di Baviera, la prima volta diversi anni fa, con la scuola. Ne sono rimasto talmente affascinato che ho deciso poi di tornarci con amici. Monaco di Baviera si trova, come dice il nome, nella parte Bavarese della Germania, la parte più a sud, confinante con L’Austria. Inizialmente volevamo fare il viaggio in auto, da Milano infatti ci si impiega circa 5 ore e mezza, più o meno il tempo che ci si impiega ad andare in Abruzzo, ma il costo del carburante aggiunto a quello dei pedaggi autostradali ci ha fatto cambiare idea. Alla fine abbiamo optato per l’aereo, che ci è costato circa 198€ in tre persone per andata e ritorno (66€ a testa), molto meno di quello che avremmo speso con l’auto. Il nostro soggiorno è stato di 4 giorni.

Il mio Viaggio a Monaco di Baviera 8

GIORNO 1

Siamo partiti da Milano alle 07.10 con volo Easyjet e siamo atterrati alle 08.20 circa.

Prima di partire, ci siamo attrezzati della “Munchen City Tour Card“, con cui avevamo tutti i mezzi di trasporto gratuiti, compresi i viaggi da e per l’aeroporto. Il costo della Card è stato di 80€ con quota di gruppo per tutti e 4 i giorni.

Dall’aeroporto abbiamo preso poi il treno, molto pulito e curato. Ci sono due linee che portano in centro a Monaco, la S1 e la S8. Il tempo di percorrenza è di circa 40 minuti, trovandosi l’aeroporto abbastanza fuori dalla città . Siamo così arrivati alla stazione centrale di Monaco di Baviera.

Qui già un impatto più che positivo, la stazione era enorme! Il piano sotterraneo, dove partono tutte le linee metropolitane è pieno di negozi, edicole, ristoranti, ecc. dove si iniziano già a sentire i profumi delle specialità bavaresi. Al piano superiore, dove partono invece le linee dei treni ci sono diversi negozi di bigiotteria e souvenir, dei bar e ristoranti e dei chioschetti dove si può mangiare qualcosa fino a notte tarda.

Il nostro Hotel era molto vicino alla stazione, ci siamo così arrivati a piedi in pochi minuti. Abbiamo alloggiato all'”Hotel Cristal Munchen”, molto pulito e carino, in una posizione molto comoda. Si raggiunge infatti il centro della città in 10 minuti a piedi. Arrivati in Hotel ci siamo concessi un attimo di riposo, e poi, lasciate le valigie siamo partiti per la scoperta della città.

Arrivati alla piazza Karlsplatz, dalla quale parte la via del centro, ci si trova dinnanzi ad una grande porta bianca a tre archi, che accoglie le persone in quella che è la via più turistica della città.

Il mio Viaggio a Monaco di Baviera 7

Costeggiando così i negozi ci dirigiamo verso  Marienplatz, la piazza principale, dove si trova il “Municipio Nuovo” (Neues Rathaus), un imponente palazzo in stile Neogotico, che copre tutto un lato della piazza e che ospita l’imponente torre dell’orologio e il Carillon, composto da statue che alle ore 11.00 e 12.00 “ballano” su due distinte scene. Purtroppo il giorno in cui siamo arrivati era giorno di festa con una processione nel centro storico e di conseguenza l’orologio non era in funzione.

Abbiamo allora fatto un giro nella piazza e nella Chiesa che si affaccia sul lato minore.

All’ora di pranzo ci siamo fermati in un ristorante a mangiare. Fortunatamente uno dei miei amici conosce bene il Tedesco ed è quindi riuscito a tradurci i piatti presenti nel menù. Non tutti i ristoranti infatti posseggono un menù in Italiano. Alla fine la scelta è caduta su una specialità bavarese, composta da una fetta di Carne con delle spezie e un “grande gnocco” composto da patate e formaggio.

Dopo il delizioso pranzo, ci siamo diretti verso l’English Garden (Giardino inglese), un parco molto bello dove abbiamo fatto un’incantevole passegiata, fino al “Monopteros“, un monumento rialzato a cupola posto su una collinetta, dalla quale si riescono a vedere le numerose chiese di Monaco di Baviera.

Vicino al English Garden, abbiamo visitato  “l’Hofgarten“, un’altro giardino molto caratteristico, che si trova proprio davanti al Residenz, residenza dei re di Baviera.

Verso sera siamo ritornati in hotel per darci una sistemata e poi siamo usciti di nuovo per mangiare. Dato che eravamo particolarmente stanchi (avevamo camminato parecchio per tutto il giorno), abbiamo deciso di mangiare in uno dei chioschetti in stazione per poi tornare in Hotel.

Il mio Viaggio a Monaco di Baviera 6

GIORNO 2

Al secondo giorno ci siamo alzati abbastanza presto, perchè ci aspettava una giornata speciale, alla scoperta dei Castelli Bavaresi.

I Castelli si trovano piuttosto distanti da Monaco di Baviera, verso sud, ed essendo fuori l’area di copertura della nostra City Card, abbiamo optato per prendere il “Bayern Ticket“, che ha validità di un’intera giornata e copre tutti i mezzi per arrivare ai castelli. Il tragitto è di circa 2 ore.

Dalla stazione Centrale di Monaco infatti, si può prendere il treno ed arrivare a Fussen. Da li ci sono gli autobus che portano direttamente ai Castelli, più precisamente a Hohenschwangau.

Non è possibile infatti salire con autobus o auto fino alla fine, ma bisogna fare un pezzetto a piedi per arrivare alla biglietteria. Da li, partono due percorsi: uno porta al Castello di Hohenschwangau, il primo ad essere stato costruito, l’altro porta al Castello di Neuschwanstein, il meraviglioso Castello bianco da cui ha preso spunto Walt Disney. Non sono percorsi impegnativi, ma richiedono circa una trentina di minuti a piedi.

In alternativa c’è la possibilità di prendere delle carrozze trainate da cavalli.

Per quanto riguarda i biglietti di ingresso ai castelli, abbiamo deciso di prenotarli in anticipo sul sito ufficiale, in quanto c’è sempre moltissima gente e si entra nei castelli a gruppi. In questo modo abbiamo evitato una coda lunghissima e siamo riusciti ad entrare al primo Castello a metà mattinata.

Il mio Viaggio a Monaco di Baviera 4

Abbiamo deciso di visitare prima il Castello di Hohenschwangau.

Per il pranzo ci siamo fermati in un chioschetto, per mangiare un panino con Wurstel e Crauti.

Nel pomeriggio abbiamo poi visitato il Castello di Neuschwanstein. Alla fine della visita, c’è la possibilità di prendere un sentiero che costeggia il castello, e che porta ad un punto panoramico eccezionale.

A questo punto, un po’ stanchi, abbiamo deciso di prendere il pulmino (a pagamento) che riporta all’inizio dei sentieri, e ci siamo poi diretti verso la stazione degli autobus per il rientro a Monaco di Baviera.

Il mio Viaggio a Monaco di Baviera 3

Siamo rientrati a Monaco in tardo pomeriggio, ci siamo sistemati un attimo in Hotel e poi siamo usciti per la Cena. Questa volta ci siamo diretti versa via “Bräuhaus Strabe“, dove si trova la Hofbräuhaus, la più antica e celebre birreria di Monaco, dove è possibile anche mangiare.

Ma c’era talmente tanta gente che alla fine abbiamo deciso di mangiare al ristorante di fronte, da “Augustiner am Platzl”, dove abbiamo cenato con dei buonissimi piatti di carne.

Finita la cena, ci siamo diretti ad un locale vicino per gustare una buona birra e passare la serata in serenità.

Il mio Viaggio a Monaco di Baviera 2

GIORNO 3

Il giorno seguente ci siamo concessi di svegliarci un po’ più tardi, in programma c’era infatti la visita al Deutsches Museum, il museo della scienza e della tecnica più grande d’Europa.

Per visionarlo tutto, bisogna passarci un’intera giornata, talmente è grande e talmente ci sono tante cose da vedere. In ogni piano ci sono diverse sezioni, ognuna delle quali parla di argomenti differenti. Troviamo infatti una ricostruzione di miniere, una sezione dedicata all’evoluzione delle auto, una sezione per gli aerei, una per le navi, con tanto di ricreazione di una plancia di comando e di un sottomarino. In altre sezioni troviamo un planetario, l’evoluzione dell’informatica, esperimenti di Fisica e tante altre cose.

Verso tardo pomeriggio abbiamo poi deciso di concederci un rilassante fuori programma: andare alle Terme di Erding. Queste, situate un po’ fuori da Monaco di Baviera, nella relativa città, costituiscono il parco termale e acquatico più grande d’Europa. Questo paradiso termale è costituito da 4 strutture , dove troviamo piscine riscaldate, idromassaggi, saune, angoli di relax e ristoro, ed un grosso parco acquatico con scivoli e percorsi, tutto al coperto, ed accessibile quindi in qualsiasi momento dell’anno. Siamo rimasti lì fino a sera, godendoci momenti di relax e momenti di divertimento. C’è inoltre la possibilità di mangiare in uno dei diversi ristoranti e bar presenti nel centro. C’è addirittura un bar interno ad una delle piscine, dove si possono prende i drink direttamente nell’acqua.

Erding è l’ultima fermata della metro verde (linea S2) e ci si impiega circa un ora di tragitto.

Rientrati alla sera tardi ed avendo ancora un po’ di fame, abbiamo deciso di mangiarci un boccone in uno dei chioschi della stazione centrale.

Il mio Viaggio a Monaco di Baviera

GIORNO 4

Il quarto e ultimo giorno, spinti da un amico del gruppo, appassionato di calcio, siamo andati a visitare la famosa Allianz Arena, simbolo calcistico della città, sede della squadra di calcio Bayern Monaco. Ammetto che non sono un grande appassionato di calcio, ma la vista di questo stadio è davvero spettacolare, soprattutto per via delle forme imponenti e moderne, che assumono di sera dei colori spettacolari. Al suo interno, si trova inoltre un negozio di articoli sportivi legati alla squadra del cuore di tanti Tedeschi e Italiani.

Il nostro volo di rientro partiva alle 18.10 ed abbiamo quindi deciso di dedicare il tempo che ci rimaneva a fare un ultimo giro in centro Monaco di Baviera tra i negozi di souvenir, per portare qualche ricordo a casa.

Ma il ricordo più bello è quello di tutto ciò che abbiamo visto e dell’atmosfera respirata in quei giorni.

Il mio Viaggio a Monaco di Baviera 9

Scopri il Viaggio Organizzato a Monaco di Baviera di Your Travel Planner

Leave a Reply

Hai una domanda?

Non esitare a chiamarci. Saremo lieti di rispondere alle tue domande e richieste.

+39 393 8793290

[email protected]

Articoli recenti